La prima volta del Giro...

Davvero stra-ordinaria la partenza proposta dagli organizzatori per il Giro d’Italia 2018, non una delle tappe “classiche” che tradizionalmente hanno dato lustro al Giro ma un inedito assoluto: Gerusalemme.

E che c’entra Gerusalemme con il ciclismo nostrano? Il filo che li lega porta il nome di Gino Bartali, cui la prossima edizione del Giro vuole rendere omaggio mettendo in luce un aspetto meno noto della sua vita, l'impegno a favore degli Ebrei durante la Seconda guerra mondiale.

Questa e molte altre informazioni si rintracciano nel libro di Paolo Reineri A colpi di pedale, che accanto alle imprese sportive di Bartali racconta altri aspetti della vita del grande campione toscano, Giusto tra le Nazioni. In chiusura del libro, una bella intervista a Vincenzo Nibali attualizza il valore dell’uomo e del ciclista.

In allegato una scheda di presentazione del volume ed il comunicato stampa.

Allegati

Share