Massimo De Giuseppe

Dottore di ricerca in "Popoli, culture e confessioni religiose in età moderna e contemporanea", Massimo De Giuseppe svolge attività di ricerca e insegnamento in Storia contemporanea presso l'Università Iulm di Milano. Insegna inoltre Storia delle organizzazioni internazionali presso l'Università di Bologna, sede di Ravenna nella laurea specialistica di  Cooperazione internazionale. I suoi studi riguardano principalmente la storia italiana e latinoamericana e i movimenti socioreligiosi e politici, tra opinione pubblica, pacifismo e dinamiche internazionali, negli anni della "guerra fredda". Tra i suoi lavori si ricorda la biografia "Giorgio La Pira. Un sindaco e le vie della pace" (Milano 2001), i saggi "L'America di Turoldo. Gli italiani e la paura atomica, Italian Peace Movements" (con Giorgio Vecchio) e "Mons. Casaroli e l'America indigena". Ha curato il volume "Oscar Romero. Storia, memoria e attualità" (Bologna 2006) e per l'Ave la riedizione critica di Giorgio la Pira, "La nostra vocazione sociale" (Roma 2004). Di prossima pubblicazione è invece il libro "Messico 1900-1930. Stato, Chiesa e popoli indigeni" (Brescia 2007). Collabora con le riviste "Contemporanea" e "Ricerche di Storia politica", fa parte della redazione di "Appunti di cultura politica" e del comitato scientifico della "Revista de estudios religiosos" di Città del Messico.