Fabio Mazzocchio

Nato nel 1975 e laureatosi in Filosofia nel 1999, svolge attività di didattica e di ricerca presso la Cattedra di Storia della filosofia moderna e contemporanea dell'Università di Palermo; è docente di Etica Sociale presso la medesima Università.

Dal 2005 al 2008 è stato Direttore dell'Istituto per lo studio dei problemi sociali e politici Vittorio Bachelet (Roma).

Le sue ricerche si muovono nell'ambito della filosofia contemporanea con particolare attenzione alle questioni teoriche legate alla crisi della razionalità, occupandosi di temi connessi al paradigma dell'intersoggettività in campo epistemologico, etico e politico. Si occupa inoltre del pensiero cristiano novecentesco e della teoria del bene comune. 

Tra le sue recenti pubblicazioni:

IntersoggettivitĂ  e discorso. Ermeneutica e veritĂ  in K.-O. Apel, Aracne, Roma 2007

Ragione e religione nell'ultimo Habermas: una sfida al nichilismo («Fenomenologia e società», 2/2007)

Sfida tecnologica e responsabilità. Due modelli di macroetica a confronto («La Società», 2/2006)

Dall'a priori corporale all'a priori linguistico. Il rapporto mente-corpo in K.-O. Apel («Studium Philosophicum», 1/2005).

Ha curato con L. Spinardi il reperimento delle fonti delle raccolte di scritti di Vittorio Bachelet editi dall'Ave.